“Il buon re Manfredi - educato alla gentilezza, all’amore ed alla poesia - volendo retribuire di qualche insolito onore l’ospitale accoglienza ricevuta dai fratelli Capece, fattesi venire avanti le due loro giovani spose che erano di rarissima bellezza, volle che ai suoi fianchi sedessero e seco lui familiarmente desinassero... Le ruine di questo castello rammentano il più antico atto (1254) di galanteria in Italia”. ESTA autorisation de voyage USA